Il Museo di Arte Sacra

In questa sala sono conservati i pezzi di maggior valore che facevano parte del tesoro del Monastero. Nella prima vetrina, la CASULA, che si ritiene essere dei Martiri del Marocco. Il tessuto con cui fu confezionata è di origine mora del XIII secolo. Della stessa epoca anche la campanella che la tradizione vuole essere appartenuta ai quei Santi Martiri e della quale questi si servivano per convocare i fedeli alla predica.

Nell'altra vetrina troviamo, al centro, i paramenti (vesti sacerdotali) ricamati in oro e un ostensorio in argento del XVIII secolo.

Al centro della cappella del tesoro, troviamo un RELIQUIARIO d'argento di cui è visibile il contenuto: il cranio di San Teotόnio, con incisa la data del 1621 e il nome di Don Prior, che ordinò la separazione del cranio.

Sono reliquiari preziosi i due mezzi busti, anch'essi d'argento del XVI secolo, contenenti le reliquie dei cinque Martiri del Marocco.