Il Monastero

La fondazione del Monastero di Santa Cruz a Coimbra si inserisce nel movimento europeo di rinnovamento religioso che, tra la fine dell' XI secolo e l'inizio del XII, promuove il ritorno alle fonti del Vangelo e assume come modello la Chiesa delle origini, ispirandosi alla vita e all'esempio degli Apostoli.

Il 28 giugno 1131 fu benedetta la prima parte del Monastero, costruita sui terreni ceduti da Don Afonso Henriques, in una località chiamata allora Banhos Reais. I mentori della fondazione furono l'Arcidiacono Don Telo Mestre e il Maestro della scuola Don João Peculiar. 

Nel febbraio del 1132 furono fatti i voti solenni e San Teotόnio fu eletto primo Priore della comunità religiosa, che annoverava già settantadue chierici appartenenti all'Ordine dei Canonici regolari di Sant'Agostino confederati. A quella celebrazione parteciparono Don Afonso Henriques, i nobili e il popolo.

Il Monastero di Santa Cruz fu teatro, nel corso della storia, di eventi davvero notevoli. Grazie ad esso, in epoca di riconquista cristiana, fu possibile catechizzare i popoli delle terre recentemente conquistate, cui contribuì con la sua tenacità, offrendo i soccorsi spirituali e temporali di cui quelle popolazioni tormentate avevano bisogno.

Il Monastero fu anche un'importante istituzione di formazione culturale e teologica: è a Santa Cruz che il santo più popolare del mondo, Sant'Antonio (1195 - 1231), proveniente da Lisbona, ebbe la sua formazione spirituale e intellettuale.

Al tempo dei frati e a partire dalla seconda metà del XVI secolo le funzioni parrocchiali di Santa Cruz si celebravano nella Chiesa di Santo João, in uno spazio oggi conosciuto come "Café Santa Cruz".

Clicca qui sotto per saperne di più sugli spazi che compongono il Monastero di Santa Cruz